Passione Gourmet Apotheca - Milano Passione Gourmet Apotheca Ristorante

Apotheca

Ristorante
Recensito da Alessandra Vittoria Pegrassi

Valutazione

  • CUCINA

    Votazine cucinaVotazine cucinaVotazine cucinaVotazine cucina
  • CANTINA

    Votazine cantinaVotazine cantinaVotazine cantinaVotazine cantina
  • AMBIENTE

    Votazine ambienteVotazine ambienteVotazine ambienteVotazine ambiente
  • SERVIZIO

    Votazine servizioVotazine servizioVotazine servizioVotazine servizio

Vale la visita per

il Salmone alla piastra e l’atmosfera vibrante della Costiera

Visitato il 04-2024

Nella quieta e residenziale via Correggio, a qualche passo da Piazza de Angeli e Via Marghera, risiede da circa un lustro Apotheca il cui nome, di derivazione latina tradotto significa dispensa, e sta a indicare il deposito in cui gli antichi romani conservavano alimenti come il pane e il vino. Questo curato e piacevole ristorantino ‘di quartiere’ è stato avviato ed è condotto dal cuoco e titolare Marco Manfredi che si è ispirato per gli arredi alla nostra Costiera Amalfitana, della quale ha fatto riprodurre sul murale una tipica casa colorata di un borgo di pescatori. Apotheca ospita una trentina di posti a sedere (oltre a qualche coperto nel déhors con la bella stagione), e propone una cucina di impronta Mediterranea con pietanze sia di carne sia di pesce, servita in vivaci stoviglie di ceramica, in perfetto clima vietrese. Iniziamo con una Tartare di ricciola, condita con tocco leggero (olio evo sale e pepe), da arricchire a piacimento – eventualmente al tavolo – con spezie assortite, e dei Gamberi di Mazara del Vallo; a seguire delle Crocchette di baccalà, su una crema di topinambur sin troppo esigua e percepita appena, connotate da una valida panatura, ma dall’esito gustativo finale purtroppo piuttosto fiacco. Gli Gnocchi di patate con dadolata di pesce fresco, conditi alla mediterranea con olive di Gaeta e pomodori secchi, risultano davvero appetitosi penalizzati però dall’impiego di eccessivo olio. Il trancio di Salmone scottato alla piastra con cavolo nero fritto risulta gustoso, malleabile al cuore e dalla superficie ben croccante, mentre i Calamari alla piastra ripieni di crema di piselli risultano poco espressivi e in leggero debito di gusto; stuzzicanti le Cime di rapa ripassate in padella. Dolci della tradizione ‘della casa’ Apotheca per il fine pasto come il Tortino al cioccolato dal cuore morbido o il Cannolo siciliano con granella di pistacchio. Carta dei vini piuttosto ridotta con proposte non sorprendenti.

La Galleria Fotografica:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *